La missione del Magistero

«Per mantenere la Chiesa nella purezza della fede trasmessa dagli Apostoli, Cristo, che è la verità, ha voluto rendere la sua Chiesa partecipe della propria infallibilità. Mediante il "senso soprannaturale della fede", il popolo di Dio "aderisce indefettibilmente alla fede", sotto la guida del Magistero vivente della Chiesa. 1

«La missione del Magistero è legata al carattere definitivo dell’Alleanza che Dio in Cristo ha stretto con il suo popolo; deve salvaguardarlo dalle deviazioni e dai cedimenti, e garantirgli la possibilità oggettiva di professare senza errore l’autentica fede. Il compito pastorale del Magistero è quindi ordinato a vigilare affinché il popolo di Dio rimanga nella verità che libera. Per compiere questo servizio, Cristo ha dotato i Pastori del carisma dell’infallibilità in materia di fede e di costumi [...]» 2

Alla luce di questi insegnamenti, i Servi inutili del Buon Pastore sono convinti che non vi sia una concreta e coerente adesione alla fede cattolica senza un costante riferimento al Magistero della Chiesa sul quale vive l’identico Spirito del Risorto che forma ed anima la Parola di Dio.

______________________________
 1 Catechismo della Chiesa Cattolica, n.889.
 2 Catechismo della Chiesa Cattolica, n.890.